Perchè Whatsapp sarà Gratuito per sempre?

Uno buona notizia, sembrerebbe di primo acchito, anche se ultimamente l’app permetteva rinnovi gratuiti anche più volte durante l’anno, di periodi mensili.  WhatsApp diventa gratuito, anche a fronte di vari investimenti fatti, e di forti migliorie all’applicazione mobile. non saranno 89 centesimi l’anno a modificare il nostro tenore di vita – quindi dopo la tendenza globale al low cost, arriva il No-Cost, anche se parliamo di un mondo nel quale tutto o quasi è gratuito: notizie, servizi di email, navigatori satellitari e applicazioni di ogni genere.

Big Data. Se approfondiamo meglio la questione, facendoci la domanda banale, perchè whatsapp rinuncia ai ricavi, cosa può permettergli di bilanciare i conti? Sicuramente l’enorme mole di dati personali, è un grande patrimonio digitale, di proprietà dell’app che ha quasi sostituito gli sms, e le telefonate a pagamento, oltre alle mail con allegati, ebbene io penso che la risposta sia proprio nei BigData. Poco tempo fà parlavamo di come whatsapp, potrebbe diventare uno strumento comune per il business, ed anche per la PA, ma sembra che sia passato pochissimo tempo, e la diffusione a macchia d’olio è incessante, catturando utenti di tutte le età e di tutti i profili, e l’utilizzo nel business ormai è quasi parte integrante soprattutto per le piccole imprese.

Una potenziale macchina da soldi. WhatsApp, questo è evidente, ha compreso che arrivati a questo punto ha più da perdere che da guadagnare nel chiedere soldi ai propri utenti. La massa critica del servizio – ormai prossimo al miliardo di utenti – è infatti tale da consentire ai suoi fondatori di cominciare a pensare a un modello di business alternativo, nel quale l’applicazione non è più un bene da vendere, ma un mezzo – si pensi al solito paragone con l’autostrada – in grado di veicolare altri servizi.

L’analisi dei BigData in cui sono in possesso permettono di prevedere tendenze future, in ogni campo, e soprattutto sono una sentinella importante per capire cosa e come comunica il mondo. E’ chiaro che la lungimiranza dei vertici del colosso americano ha marcato l’importanza dei dati di vita reale, che diventano fonte di business a livello mondiale, ed anche un potente strumento di controllo, immaginate solo quante immagini sono immagazzinate nei server della compagnia statunitense, tutti dati reali ed affidabili. Quindi il core business dell’azienda diventa un gigante che raccoglie dati sensibili, e non un fornitore software di applicazioni per la comunicazione.

Se fosse rimasta a pagamento, non credo che i dati avrebbero subito eventuali ridimensionamenti, o riduzioni, ma la politica di facebook “È gratis e lo sarà sempre” ha influenzato anche l’azienda acquisita poco tempo fà da FB, considerato un altro grande raccoglitore di dati privati, ora lo stesso format viene riproposto anche alle aziende acquisite, creando un nuovo paradigma di business.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...