Le cose viste al CES quest’anno

Il CES (Consumer Electronics Show) di inizio anno a Las Vegas indica, ormai da 35 anni, i trend del futuro.
Digitalic commenta che “gli analisti focalizzano le loro previsioni per l’anno in corso sul tema della Digital Transformation, un’evoluzione che prevede un passaggio attraverso una fase identificata come disruption che porterà a un cambiamento positivo, basato sulla capacità delle tecnologie digitali di creare un nuovo paradigma, un nuovo modo di pensare all’innovazione e al contributo che essa può dare”.
E aggiunge: “Ha ancora senso distinguere tra reale e virtuale? Tra vita “vera” e digitale?
Al di là delle teorie di varia estrazione, si tratta di una dicotomia che comincia a perdere parte della sua carica e soprattutto, nella pratica, diventa poco sensata”
Su questi temi dovremo confrontarci in occasione di un pubblico dibattito/workshop in primavera che sensibilizzi in particolare la classe politica, partendo dalla nostra Milano.

 
http://www.repubblica.it/speciali/tecnologia/ces/lasvegas2016/2016/01/10/news/ces_2016_non_solo_droni_e_realta_virtuale_il_futuro_e_nell_auto-130902228/

http://www.quotidiano.net/video/da-scanner-cibo-al-conta-respiri-hi-tech-bizzarro-al-ces-1.1632425

Sorgente: The Coolest Things We Saw at CES This Year

Annunci

4 pensieri su “Le cose viste al CES quest’anno

  1. Aggiungiamo alcune considerazioni tratte da HR.com:

    “Here are three facts you should know before deciding if we are behaving like ostriches.
    • We have now entered the Fourth Industrial Revolution.
    • As many as 87% of employees are disengaged from their jobs.
    • Our schools are fighting the last war.
    FIRST: The Fourth Industrial Revolution is a digital revolution. The leading thought leader in this area is Klaus Schwab, an economist who founded the World Economic Forum in Davos, Switzerland. He maintains that this latest revolution means you are operating in an economic eco-system where rapid and in some cases extreme change is disrupting systems everywhere; not just one place at a time as in previous industrial revolutions. The result is a brand new, worldwide, interconnected economy that is “blitz-scaling.”
    We are near an era where cars and human organs will be printed additively (3D Printing) and robots will soon be doing a lot more than housework and repetitive manufacturing tasks. The smartphone is perhaps the most iconic and visible avatar of this Fourth Industrial Era. Some believe implanted smartphones could be the way of the future where humans and electronics are fused; and no-one is disputing this possibility.

    SECOND. “Worldwide, 13% of Employees Are Engaged at Work!” This is not a headline from a tabloid at the supermarket checkout, it is from the Gallup Organization. Steve Crabtree of Gallup writes, “In a 142 country study Gallup found that only 13% of employees are engaged at work.” He sees this, as I do, as a glass one-eighth full, and goes on to observe, “Low workplace engagement offers opportunities to improve business outcomes.” What Gallup defines as ‘not engaged’ is “they lack motivation and are less likely to invest discretionary effort in organizational goals or outcomes.

    THIRD. Just at the same time that the Fourth Industrial Revolution is underway and employee participation is in pretty dire shape, our schools are still teaching to the tests in a curriculum and setting a 19th century teacher might recognize, if were not for the fact that our store of knowledge has increased exponentially.”

    Difficoltà ad adeguarsi all’Innovazione digitale “disruptive” della 4° rivoluzione industriale in cui componenti automobilistici (e organi umani ?) possono essere riprodotti in 3D (1), scarsissima motivazione di chi lavora (13% a livello mondiale, poco più alta nel mondo occidentale !) con enorme perdita di impegno sugli obiettivi (2), paurosi ritardi nel sistema scolastico ottocentesco (3): questi gli scenari preoccupanti per il 2016 !

    Liked by 1 persona

    1. Tutto vero! Sono tre elementi rilevanti, che dobbiamo tener conto, perchè proprio il fattore umano rimane determinante anche nei processi automatizzati, e il livello globale di cultura digitale nella società attuale, rispetto ai traguardi raggiunti dall’innovazione tecnologica, è molto basso. I cambiamenti rapidi, hanno dato un elettroshock, ai popoli della terra, ed ora la necessità di una riqualificazione culturale, globalizzata, può permetterci di uscire dalla crisi ed attraversare il passaggio dall’era post industriale, a quella digitale. In mezzo ci sono molte tappe, di cui alcune già superate. La risposta è nel cambiamento della formazione e dei suoi paradigmi, anch’essa deve svolgere il suo ruolo a livello globale, perchè in un mondo connesso non possiamo permetterci tutti di andare a velocità diverse. Credo che la sfida sia molto dura, e malgrado ci sia una forte accelerazione, i tempi di trasformazione sociale e culturale devono essere suddivisi nel passaggio generazionale.

      Mi piace

  2. In Assolombarda il 18 gennaio convegno MAKE IN ITALY organizzato da The Ruling Companies Association su “L’impatto delle tecnologie digitali per il sistema manifatturiero italiano e per la competitività delle imprese”
    Focus: ….la rivoluzione delle tecnologie digitali non riguarda solo il “mondo digitale” delle applicazioni e dei siti ma anche … quello degli oggetti fisici …I bit decidono i destini degli atomi e questo paradigma é per l’Italia, Paese manifatturiero per eccellenza, di importanza fondamentale. La Fondazione Make in Italy ……..ha l’obiettivo di sostenere ….l’innovazione e …. il mondo dei makers, … un nuovo Made in Italy che faccia leva sulle tecnologie digitali …e… sulla cultura digitale stessa…. per esaltare la capacità inventiva di start-up, makers e FabLab del Paese.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...