Reputazione digitale come monitorarla? E come misurarla?

Gestire  la reputazione online è diventata un‘attività complicata data la sua importanza, a causa del crescente assorbimento di tempo, dovuto alla crescita incessante del mondo web e della rete dei social network.

Un commento negativo pescato su Google, per esempio, viene immediatamente percepito dai lettori come una macchia sull’immagine digitale, con l’espressione web reputation (reputazione sul web) si intende un’attività di raccolta e monitoraggio di considerazioni, giudizi ed opinioni veicolati e pubblicati on line e tramite web in relazione ad uno specifico brand (partito politico, ente, prodotto, servizio, progetto o evento) oppure direttamente ad una persona fisica. Analizzare la web reputation, oppure il digital identity significa conoscere perfettamente i meccanismi di generazione e diffusione degli argomenti on line e possedere le competenze tecnologiche per ricavarne dati strategici. Internet è una realtà in cui il tempo assume una connotazione relativa, nel senso che alcuni risultati rimangono persistenti, anche con il passare di anni, oppure, per esempio, se pensiamo a sentenze che annullano le accuse, e quindi scagionano l’imputato, di tutto questo rimarrà solo l’accusa, come risultato del ranking, perché gioca il ruolo di notizia scoop e crea un ingiustizia verso chi poi si è rivelato innocente successivamente il processo. Il diritto all’oblio richiesto al motore di ricerca Google, rimane una chimera, ciò che dovrebbe essere appunto un diritto, diventa una concessione. In questo panorama è importante controllare sempre la propria immagine digitale, ossia Digital identity.

Come monitorare le opinioni

Il ruolo chiave della reputazione, tecnicamente, prescinde dalla presenza di un professionista o azienda, ma anche profili privati, sui social media visto gli utenti sono liberi di esprimersi in Rete: avere un proprio spazio web di confronto (Pagine Facebook o GooglePlus, account Twitter, Blog ecc..) aiuta a comprendere e racchiudere le opinioni dirette, che possono essere espresse e monitorate più facilmente. E’ consigliato attivare avvisi Google News Alert individuando le keywords in varie forme scritte, per aver un raggio maggiore di controllo, inoltre le ricerche su tweet o linkedin possono lo stesso far emergere il sentiment verso un utente o un brand e quindi estrarre importanti informazioni per capire anche la popolarità, ma tutto ciò è importante farlo anche nei confronti  della concorrenza. In modo che se necessario, si possa intervenire in maniera puntuale.

Come migliorare la reputazione

Fare marketing digitale vuol dire sempre di più aggregare community di clienti capaci di esprimersi e potenzialmente di “difenderci” di fronte a commenti inappropriati o non circostanziati. La sfida reputazionale é anche una sfida organizzativa che permette di confrontarsi e migliorare, ma nello stesso tempo, è necessario esser in grado di sostenere in qualunque momento la propria immagine, e di volgere il negativo in positivo, in caso di errori commessi, comportarsi in modo cristallino dinnanzi all’evidenza dei fatti, il web è molto critico in questo, e risposte ambigue possono peggiorare la situazione, la trasparenza è sempre la voce più autorevole valutata dagli utenti.

Quindi bisogna attivare web alert di googleScreenshot 2015-06-21 21.53.31 (avvisi) per monitorare citazioni e commenti su blog, forum e social media di riferimento; – istruire risorse dedicate ad interagire in Rete istituendo un filtro al quale dar seguito con interventi opportuni, ossia crearsi dei social advocacy, disposti a perorare la causa, ma anche saper gestire i propri messaggi pesando gli utenti Influencer o Opinion leader di un determinato settore.

Strumenti analisi Reputazionale

Il sito https://www.my-reputation.it/ offre un valido strumento online per calcolare i punteggi della propria popolarità, infatti c’è un cruscotto, ed una sezione sulle ricerche del web tramite google ma non solo, ed un altra per le ricerche sui social, il sito è intuitivo e ben documentato, permette di valutare il proprio digital identity in base alle atttività sui social ed alla presenza della propria digital identity sul web.

Annunci

Un pensiero su “Reputazione digitale come monitorarla? E come misurarla?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...